Percorso

Home Il Progetto
Il Progetto

GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO “Interventi urgenti di conservazione della natura nella ZPS e nei SIC dell’area Tolfetano-Cerite-Manziate”

L’obiettivo generale e primario del progetto è quello di assicurare la conservazione degli uccelli minacciati di estinzione indicati nella Direttiva Uccelli e degli habitat e delle specie contenute nella Direttiva Habitat. Il progetto si prefigge anche di facilitare con alcune azioni specifiche la coesistenza tra attività umane e conservazione della natura, e di migliorare il grado di conoscenza e consapevolezza di residenti e visitatori sull’importanza della biodiversità e del patrimonio ambientale dell’area, sia per il valore dal punto di vista naturalistico riconosciuto a livello europeo ma anche come preziosa risorsa economica per lo sviluppo della comunità laddove la fruizione e l’utilizzo del territorio vengano attuati in maniera sostenibile. Coordinato dal Comune di Manziana il  progetto è finanziato per quasi il 50% dalla Commissione Europea, e per la restante parte dalla Regione, dalle Università Agrarie di Tolfa, Manziana e Allumiere e dai comuni di Manziana, Tolfa, Canale Monterano e Allumiere. Nello specifico il progetto prevede la realizzazione di una serie di interventi urgenti per la tutela della ZPS “Comprensorio Tolfetano-Cerite-Manziate”, e per i due SIC “Macchia di Manziana” e “Boschi mesofili di Allumiere”. Il progetto si propone di attuare una strategia comune tra le Università Agrarie, i Comuni interessati e la Regione Lazio per ottenere una serie di risultati concreti:

-  Applicare le più efficaci pratiche e azioni per proteggere le specie e gli habitat di interesse comunitario.

-  Diminuire ed eliminare ove possibile i fattori di minaccia alle specie e agli habitat.

-  Aumentare il livello di consapevolezza della popolazione locale e dei turisti non solo circa il valore naturalistico e paesaggistico di tali habitat, ma anche come preziosa risorsa economica per lo sviluppo della comunità laddove la fruizione e l’utilizzo del territorio venga attuato in maniera sostenibile.

-  Favorire il mantenimento delle pratiche tradizionali necessarie al mantenimento dell’ecosistema del comprensorio caratterizzato dalla presenza di ambienti seminaturali.

-  Diffondere la consapevolezza di come le attività tradizionali non siano in conflitto con la conservazione, ma al contrario funzionali alla sua perpetuazione.

Tra le azioni concrete per realizzare gli obiettivi generali del progetto ricordiamo la gestione naturalistica dei boschi maturi di Allumiere, Manziana e Tolfa, che includono ad esempio i tagli fitosanitari di potatura, il controllo del pascolo, gli interventi di supporto ai processi di rinnovo del bosco, la gestione e la conservazione degli ambienti prativi, volta ad evitare da un lato lo sfruttamento eccessivo e dall’altro la chiusura di tali ambienti dovuta all’invasione di cespugli, la creazione di vivai per futuri interventi di forestazione, la riqualificazione di siti per la fruizione (come la bonifica della Solfatara di Manziana o la ristrutturazione dell’edificio presso la Mercareccia di Canale Monterano). Particolarmente ricco il programma di azioni rivolte alla popolazione sia sul piano della comunicazione, della sensibilizzazione e dell’educazione ambientale, sia per quello che concerne la fruizione sostenibile del territorio. Sono infatti previste pubblicazioni e materiale divulgativo (volantini, brochure, poster, carta escursionistica, cartoline, ecc.), attività educative nelle scuole, eventi pubblici, la realizzazione di un documentario e di un sito web sul progetto. Per la fruizione corretta e sostenibile delle aree verranno realizzati percorsi naturalistici e verranno posizionati pannelli informativi e didattico-educativi. E’ inoltre prevista la predisposizione di itinerari e pacchetti per il turismo naturalistico e la realizzazione di un punto informativo stagionale presso il porto di Civitavecchia.

Guido Prola

RISULTATI ATTESI

ZPS (Zona di Protezione Speciale) : si provvederà alla conservazione di 15 specie di uccelli inclusi nell’allegato I della Direttiva Uccelli attraverso il recupero di:
- 330 ha di ambienti seminaturali, importanti habitat di specie di passeriformi e territori trofici di diverse specie di rapaci;
- 140 ha di foreste, habitat di rare specie di uccelli rapaci.

SIC (Siti di Importanza Comunitari) : verranno adottate soluzioni concrete per il recupero di 3 habitat di interesse comunitario, di cui uno prioritario.

ZPS e SIC: 100.000 persone saranno coinvolte dalle azioni di informazione e sensibilizzazione in merito al progetto.

 

Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per offrirti il miglior servizio possibile e per mostrarti pubblicità in base alle tue preferenze. Nell’informativa estesa puoi conoscere come disabilitare l’uso dei cookies di terze parti; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.Informativa Cookie completa To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information